Testlauf Ticino

La prima serie di Testlauf dell’anno è alle mie spalle. È stata una settimana molto intensa, ma ero contento che dopo la lunga attesa con la preparazione invernale fossero finalmente arrivate queste gare.

5000m

Il momento in cui vedi che il tempo scorre più velocemente di quello che vorresti (by G. Lombriser)

La prima gara era il 5000m il lunedì di pasqua. La mia preparazione finale fisica non era esattamente indirizzata a esssere al top del top della forma fisica quel giorno, ma con gambe fresche e una buona preparazione nei mesi passati speravo di potere abbassare un po’ il mio personale. Sono quindi partito con il mio ritmo, nonostante nella mia heat il ritmo dei migliori fosse molto alto. Questo non è però bastato e verso i 3km ho dovuto definitivamente mollare il mio compagno di viaggio che puntava allo stesso tempo e ho cercato di salvarmi nel migliore dei modi. Alla fine il tempo ottenuto era accettabile, 7 secondi sopra il mio personale, correndo in 15’49”, ma il rischio di scoppiare completamente dopo essere partito più veloce di quanto potessi quel giorno era grande, e quindi ho portato a casa un tempo ok. Nella seconda heat sarei infatti stato davanti e quindi in fin dei conti con un buon tapering nei giorni seguenti sarei stato pronto per le gare più importanti.

Risultati

Sprint

Alla clinica di Novaggio durante la sprint (by G. Lombriser)

Non nascondo che speravo di potere fare piuttosto bene in questo tipo di sprint con una buona gara e quindi sono forse ancora più deluso che qui non abbia funzionato per niente. Le sensazioni alla partenza e in gara erano abbastanza buone, nonostante dopo già due/tre punti avessi iniziato ad avere la gola e i polmoni che bruciassero, ma pensavo fosse per tutti così vista la molta salita. Ho quindi lottato tutta la gara, rendendomi conto di avere commesso un errore chiaro piuttosto grande e un altro un po’ più piccolo, ma per il resto pensavo di avere fatto una gara ok. La delusione all’arrivo vedendo il distacco enorme dai primi era quindi particolarmente grande. Riguardando il percorso mi sono reso conto che vi erano tante altre piccolezze che sommate mi hanno fatto perdere un po’ tecnicamente, soprattutto nel parco dove vi sono piccoli passaggi per tagliare ovunque. Questo però non bastava a spiegarmi il resto del distacco, e ancora ora devo riuscire a capire cosa era, forse la prima giornata un po’ calda mi ha dato qualche problema? Ho forse era semplicemente una di quelle giornate no a livello fisico.

Risultati

GPS

Re-run sprint

E nel paese di Novaggio durante il Re-Run (by G. Lombriser)

Questa gara era un nuovo formato in cui ricorravamo lo stesso percorso dopo avere analizzato la gara del mattino con intermedi e gps. Nell’allenamento simile fatto un paio di settimane fa, l’avevo trovata una corsa un po’ divertente, ma chiaro che come gara era un’altra cosa. Soprattutto dopo avere sofferto molto la mattina, ho impiegato un po’ a motivarmi per tornare a dare tutto su un percorso molto esigente, ma alla fine sono partito con determinazione e il caldo l’ho sofferto sicuramente meno. Alla fine sono piuttosto contento del mio tempo, migliorando di due minuti dal mattino, ma questo indica anche quanto era andata male alla mattina. Anche vedere quante scelte differenti ho fatto ne era un’indicazione.

Risultati

GPS

Middle

Volando ad inizio gara nella middle (by R. Steinegger)

Dopo la dura giornata sprint a livello fisico e mentale, sono riuscito a cancellare tutto ed essere ben motivato e concentrato sul nuovo compito della CO nel bosco. La middle è sempre stata una disciplina in cui sono stato capace di fare prestazioni ottime o pessime, generalmente non nel mezzo. E anche stavolta si è trattato purtroppo del secondo caso estremo. O almeno così pensavo subito dopo la gara. Dopo un inizio fino al punto 10 in cui mi sentivo veramente bene in gara, avendo tutto sotto controllo con la carta e potendo spingere mica male, ho commesso un errore enorme andando all’11. In cima alla collina non ho guardato la bussola in uno di quei momenti decisivi in cui devi farlo e così sono sceso troppo a sinistra, facendo un errore parallelo di quasi tre minuti. Questo è stato un duro colpo e nel finale mi è mancato quel qualcosina in più di aggressività per tornare alle sensazioni di inizio gara. Con mia grande sorpresa però, quando ho visto gli intermedi, ho capito che le buone sensazioni di inizio gara erano confermate anche dai tempi e fino al punto 10 era in piena lotta per almeno la Top10. Questo mi ha dato sensazioni positive e negative, pensando all’occasione persa, ma anche al fatto di essere ora in grado di fare qualcosa di buono nel bosco.

Risultati

GPS

Long

La long

Per la long ho così preso la parte positiva del giorno prima per attaccare una gara che non si trattava sicuramente della passeggiatina domenicale attorno a casa, visto che ci attendevano 13.3km con 700m di dislivello. A differenza della mia prima long dell’anno scorso, ero già molto motivato durante la preparazione ad affrontare questa sfida e non avevo paura di non reggere fisicamente. Sono quindi partito abbastanza offensivo e al 3 ho raggiunto l’alteta partito prima di me, questo mi ha un po’ stressato e così sono stato molto impreciso nei due punti seguenti facendo due errori. In seguito sono però ritornato bene in gara, facendo molte tratte piuttosto pulite, ma poi al 20 ho fatto nuovamente un errore molto grande, dove non sono riscito a mettere assieme l’immagine della carta e del terreno, così sono stato raggiunto da quello dietro. In seguito abbiamo sbagliato una scelta, ma nel finale sembrava andare bene e sentivo ancora alcune energie per lottare negli ultimi punti, quando improvvisamente verso il 27 mi sono venuti dei crampi agli adduttori, così forti non li avevo mai avuti. Non riuscivo praticamente più a muovere le gambe, anche provando a fare stretching, il crampo nella gamba sinistra è passato anche alla coscia e così non spevo come potevo finire la gara. Sono avanzato un po’ camminando fino al 27, dovendo anche scavalcare un recinto. Per fortuna la discesa verso il 28 ha un po’ alleggerito le gambe e così ho potuto chiudere spingendo ancora un po’, anche se non volevo andare troppo al limite, perché bloccarsi nella “salitella” verso l’ultimo non sarebbe stato molto salutare. Alla fine questa gara mi ha dato gli stessi segnali della middle in cui ho visto che un piazzamento nella Top10 era pienamente fattibile, cosa che solo la scorsa stagione non era neanche immaginabile.

Risultati

GPS

Pronto per la long

Il primo momento importante della stagione è quindi alle mie spalle e ora si tratta di pianificare più in dettaglio il resto della stagione. Ora posso lavorare con ancora più motivazione sapendo che la strada intrapesa è quella giusta, ma visto che conta tutta la gara, ora dovrò essere in grado di sfruttare il potenziale e non solo vederlo per metà gara. Il mio obiettivo di queste gare, fare finalmente gare pulite quando conta, non l’ho raggiunto, ma ho ottenuto segnali positivi. Gli europei non entrano chiaramente in considerazione, questo era un fatto semichiaro anche prima di queste gare, quando sapevo che non bastava forse una prestazione normale da parte mia per ottenere una qualificazione, ma ho comunque cercato di lottare perché non si sa mai quello che può succedere e in fin dei conti nel bosco non ero forse poi così lontano, ma “con i se e con i ma lontano non si va”. È chiaro che negli ultimi due anni ho sognato di potere correre in casa, nei terreni dove sono cresciuto, ma guardando alla realtà al momento non ho ancora il livello. Ma mi sto avvicinando, di questo sono ora abbastanza convinto e lavorerò duro per arrivare ad un prossimo europeo e oltre.

Ora mi attende una settimana motlo tranquilla, oggi sento ancora un po’ tirare tutti i muscoli, in particolare dove ho avuto i crampi, quindi lascierò al corpo il tempo di riprendersi bene prima di iniziare nuovamente un bel blocco di allenamenti in vista delle prossime gare importanti che saranno la Tiomila a fine mese e i prossimi Testlauf per i mondiali studenteschi in occasione degli SPM e delle due nazionali in Ticino ad inizio maggio durante gli europei, dove sarò anche presente a supportare tutti i miei forti compagni che sono sicuramente in gran forma per questo evento.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *